Danny Scotto, 27 anni, ha confessato e ammesso “pienamente la responsabilità del delitto”, l’uccisione dell’amico Giuseppe Marchesano

Alla fine è arrivata la confessione. Danny Scotto, il giovane in carcere con l’accusa di aver ucciso l’amico Giuseppe Marchesano ha ammesso la responsabilità dell’omicidio durante l’interrogatorio di garanzia.

“Sono stato io, l’ho ucciso io”. Danny Scotto, il 27enne in carcere a Pisa con l’accusa di avere ucciso l’amico coetaneo, Giuseppe Marchesano, trovato morto sabato sera nella sua abitazione di Montopoli Valdarno (Pisa), ha confessato e ammesso “pienamente la responsabilità del delitto”. Lo ha detto il procuratore capo di Pisa, Alessandro Crini, parlando con i giornalisti al termine dell’udienza di convalida nella quale il gip ha disposto la custodia cautelare in carcere per l’indagato per omicidio.

giuseppe marchesano

Danny Scotto, 27 anni, di Chiesina Uzzanese (Pistoia), ha cambiato versione rispetto a lunedì, giorno in cui è stato arrestato. Rispetto al primo interrogatorio in cui aveva respinto ogni addebito, Scotto ha riferito al giudice di «essere andato a trovare l’amico e di avergli sparato dopo uno screzio». 

Sui motivi della lite e del tipo di rapporto di amicizia che legava la vittima e l’indagato, il procuratore di Pisa Crini ha preferito mantenere il massimo riserbo limitandosi a dire che Scotto «è una persona solitaria che nel momento dell’omicidio ha manifestato una situazione di grave disagio personale».

Categories: cronaca nera News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.