Scandalo a Riccione (Rimini): uno stimato professore 46enne invia messaggi audio con richieste sessuali esplicite ad una studentessa 15enne. Oggi l’uomo, originario di Pesaro, è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Rimini: deve rispondere di atti sessuali con minorenne

Riccione (Rimini) – E’ stato arrestato il professore accusato di rapporti sessuali con una minorenne. L’uomo, un 46enne di Pesaro, è stato fermato questa mattina dagli agenti della squadra mobile di Rimini, mentre si recava a scuola a Riccione, dove insegna da alcun anni. Al momento del fermo l’uomo non ha avuto alcuna reazione ed avrebbe mantenuto un atteggiamento tranquillo e silenzioso anche in seguito all’arresto, prima di essere accompagnato in carcere a Rimini, dove nei prossimi giorni sarà interrogato dal magistrato titolare dell’inchiesta.

professore arrestato a riccione

Scrive in proposito Tgcom24:

La polizia ha arrestato il professore di una scuola superiore di Riccione (Rimini), accusato di atti sessuali con una minorenne. L’uomo, un 46enne di Pesaro, è stato fermato mentre andava a scuola. La vicenda era venuta alla luce nei giorni scorsi: l’allieva, una 15enne fidanzata del figlio del professore, aveva ricevuto file audio con richieste sessuali esplicite.

L’uomo dovrà ora rispondere dell’accusa di atti sessuali con minorenne, anche se la giovane avrebbe ammesso di aver avuto una relazione con lui. Secondo gli inquirenti il 46enne avrebbe inviato alla 15enne, fidanzatina del figlio, alcuni file audio con esplicite richieste di atti sessuali.

La vicenda, al limite della pedofilia, ha destato parecchio scalpore in Romagna. L’edizione locale de Il Resto del Carlino parla oggi di un altro testimone, un alunno della stessa scuola del Prof e della 15enne. Il ragazzo avrebbe raccontato agli inquirenti che non era la prima volta che l’insegnante in questione aveva una storia con una studentessa. Elemento questo che peggiora la posizione del 46enne insegnante pesarese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.